giovedì 5 novembre 2015

SUPERQUARK: LA SCRAPPINA ITALICA, UNA SPECIE ANCORA DA SCOPRIRE

Hello Sister Scrap
Ieri 4 novembre San Carlo. Oggi è San Guido... ma non ne conosco....

Era nuvolo. E la card mi par nuvolosa come il tempo la fuori.
Devo dire che mi sento un pochino addormentata e vediamo se il neurone della creatività si risveglia scrivendo…

Mi piacerebbe parlare di materiali oggi… di cose all'avanguardia dello scrap… ma io sono Nonna Papera in materia, quindi il rischio sarebbe stendervi dalla noia in 3 righe.

Allora parliamo di noi.

La Scrappinas Italicans è un essere vivente che stabilisce le sue radici in zone poco popolate della sua casa. La sua attitudine principale sta nell'attivarsi costantemente. Nel senso che si attiva N volte al giorno per svolgere compiti di vario genere, come tagliare la carta, spalmare la colla, cercare un bottone, girare una manovella… e così in loop può perseguire le sue attività senza aver chiaro il fuso orario in cui le svolge, cosa che la porta a volta ad essere un animale poco sociale e notturno.

Predilige gli spazi chiusi, le luci artificiali, ha bisogno di prese elettriche per i suoi attrezzi, ma anche di computer, macchina da cucire, e talvolta anche di piastre per fare i toast su cui ama scaldare la crepla.

La sua tana, è solitamente piccola ma accogliente, adatta a essere abitata per diverse ore al giorno, senza necessità di uscirne; spesso nella tana accantona tazzine sporche di caffè, cartocci di pane, scatole di kleenex vuoti.
Tutto quello che la Scrappina accantona prima o poi viene esaminato per un eventuale riuso, prima della definitiva espulsione dalla tana. Questo spazio però non è sempre amabilmente condiviso con gli altri esemplari del branco in cui vive, che, a seconda dei casi, tentano assalti per sgomberarla o al contrario la abitano, mimetizzandosi: trattasi in questo ultimo caso di animali domestici come ragnetti, zanzare, cani e gatti.


Nel branco familiare la Scrappina Italica svolge anche altri compiti, di solito accudisce prole e marito, nonchè frequenta attivamente e a distanza una quindicina di gruppi whatapp, in questo modo si mantiene aggiornata su quel che succede nell'ambiente esterno senza lasciare la tana. Si procura viveri e altri beni di sostentamento via web. 

Particolare strabiliante è la quantità di relazioni che riesce ad instaurare con altre scrappine, usando solo il pollice della sua mano. Questa caratteristica fisica è chiamata Pollice Pigipigia, ed è propria solo di questa specie e dei nativi digitali. Attraverso l'uso continuo del PP, la Scrappina comunica per immagini il suo status nel mondo. Attraverso la condivisione conquista anche uno status sociale nella tribù delle Donne Habilis, abitualmente popolato da individui che possiamo suddividere in Sagge, Profetiche, Aspiranti e Fuochi Fatui.


Riconosce un capobranco a livello mondiale, tal TIM ....






Sono state isolate diverse tribù:
Le Americane, devote alla divisa....






Le Inglesi, nobili nel portamento...












Le Italiche invece sono portate alla mimetizzazione.


La Scrappina Italica esce dalla sua tana principalmente per riversarsi in eventi ciclici di aggregazione come Fiere, Meeting e fondi di negozi in cui condivide con le sue simili momenti di estasi e di rituali comuni, in cui riunite in squadre tagliano, affettano e incollano tutte all'unisono, dando vita ai kit creativi.




Chi ha la capacità di riunire queste squadre sono le Profetiche, chi guida le squadre in azione sono le Sagge; le squadre sono composte da Aspiranti ( le leve operative che concludono l'opera ) e i Fuochi Fatui (quelle che non completano nè lì nè nella loro tana, il progetto delle Sagge...)

E' risaputo che la Scrappina ha un campo visivo molto limitato: vede solo di fronte, La sua costituzione fisica esclude quasi del tutto l'uso della parte inferiore del corpo.

La si può osservare a mezzobusto dietro un tavolo, a mezzo busto in una foto, a volte anche solo di mani durante un video. Di fatto non è ancora stata scoperta l'altezza media di questa specie.


Dalle tracce digitali si suppone solo che siano "molto alte" o "molto basse", "molto belle" o "molto diverse dal vero", tanto che alle volte stentano a riconoscersi quando si incontrano. 

insomma .... oggi cazzeggio puro...
me lo concedete? ora torno A FARE LA BRAVA....
CIAO!

5 commenti:

  1. Ma tu queste cose quando le pensi????? Mi fai sempre ridere, infatti sono davanti la scuola dei miei figli che rido come una pazza con le altre mamme che mi guardano in modo strano, ma loro non fanno parte della NOSTRA RAZZA quindi non possono capire!!!!!!
    Grazie Annamaria, sei meglio di una terapia!!!! Ho anche fatto la rima....... Sarai mica contagiosa???? ^_____^
    Biglietto stupendo!!!!
    Un abbraccio fortissimo!!!!!
    Kisssssssssssssss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille !!! ma come hai fatto a leggerlo??? era ancora in bozza!!!!!

      Elimina
  2. Ah Ah Ah Ah Ah Ah Ah....!!!!!!! Scusa ma scappo in bagno, me la sto facendo addosso dal ridereeeeee!!!! Sei una scrappopologa nata!!!

    RispondiElimina
  3. Che risate! Siamo una specie in proliferazione! Io sono neonata... ma si sa per crescere una babyscrap italica c'è bisogna di uno scrapvillaggio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forte la tua considerazione!! ci penserò!

      Elimina