martedì 29 settembre 2015

COME SI CHIAMA QUESTA STRUTTURA?

4 commenti:

Ciao scrappine

Oggi volevo mostrarvi questa card che mi è piaciuta un sacco quando l’ho vista in rete.

Si realizza a partire da un foglio classico 12x12 e poi si piega.

E si ripiega, poi si apre….

…. Ho perso il tutorial.

Zio billy mi spiace da morire… che asina. Eppure me l’ero salvato…. E allora direte “perché ci fai vedere una cosa che poi non ci spieghi?”

Gne…. Ma io non voglio insegnare…. Può bastare come scusa?

Sapessi almeno come si chiama…

In pratica ti ritrovi una tasca di fronte e una di retro, e volendo c’è spazio anche da sotto dove resta un’intercapedine vuota.

Della serie volevo stupirvi con gli effetti speciali…. Invece ho fatto solo BUH.
Ho usato invece le cornici della Coppia Creativa, una bomba si chiamano Cornici Romantiche da Pretty Kit, hanno le cuciture, un particolare che mi piace un sacco.

Mi prendo un po’ di tempo poi magari aggiorno il post e lo aggiungo.

Quindi come potete capire continua la serie delle amnesie già descritta nel mio ultimo post.

Io penso seriamente che quando nelle famiglie FIGLIOMUNITE entra il lungo braccio della Istituzione Scuola, noi mamme perdiamo il lume.

Io ho la fortuna di avere 3 pargoli nella scuola italiana, e tutti a settembre hanno la capacità di farmi perdere fiducia in me stessa.

Riuscirò ad etichettare 45 tra penne e pennarelli col nome di GIANMARCO???

Riuscirò ad acquistare 8 copertine per i quadernoni di colori diversi, ma non quelle trasparenti, quelle di colore pieno, così i bambini non vedono i disegni sulle copertine dei quadernoni??? E allora perché ho passato 30 minuti in cartoleria per cercare 8 diverse copertine di Guerre Stellari che non verranno mai guardate?

Riuscirò a scoprire cosa mangia oggi in mensa il piccolo visto che il comune sul sito mi mostra solo un menù del 2014?

Riuscirò a capire quale abbonamento comprare a mia figlia, che fino a un certo punto è urbano ma se poi c’è la deviazione diventa extraurbano?



In tutto questo selvaggio delirio mi pongo una domanda cruciale:

perché quando mi ritrovo a mettere i nomi sulle card a me vengono chiesti solo nomi lunghissimi che non ci stanno mai???

Eleonora, Graziano, Antonella, Battista, Marinella….. ma LIA e PIO no????

…vado a cercar il tutorial…. Bacetti….

8(



Carta Graphic 45 - Secret Garden

giovedì 24 settembre 2015

TODAY IS A NO-SCRAP DAY

2 commenti:

Oh siam qua.

E’ tornato il post di Cartafrolla… se mai mancasse a qualcuno a me si!!!

Oggi in Veneto è una giornata uggiosissima, una di quelle che ti fanno stare gobba tutto il giorno, brutta cosa… che poi la sera si va a letto con la scimmia sulla schiena.

Che vi racconto oggi in aggiunta a questa card di battesimo?

Ps…. Ma nascono solo maschi in questo periodo??? Non uso un pezzo di carta rosa da un botto… tanto che in rosa mi son messa a fare i matrimoni….

Beh vi racconto questo: ci sono giorni in cui secondo me, sarebbe bene non toccare carta. O almeno non mettersi a fare nulla di creativo: io li chiamo i no craft days.

Cos’hanno di caratteristico? Lo si dovrebbe capire subito… nel momento in cui ti volti per prendere dal carrellino la forbice. 
E la forbice non c’è. 
Ti giri dall’altra parte dove avevi messo il banner appena tagliato, e lui si è volatilizzato. 

Allora dici “mi piglio il blocco e lo rifaccio…” e il blocco non c’è.

Allora ti fermi un attimo e ti volti di scatto per vedere se alle tue spalle c’è qualcuno che ti fa gli scherzi… ma NOBODY.

Quando tutto ciò succede cado nel panico, e sbuffo come una ciminiera. Ci metto una vita a fare le cose e mi dimentico via via delle idee che vorrei realizzare. E poi mi coglie un senso di smarrimento... tipo quello del babbuino in Amazzonia quando arriva sull'ultimo albero disponibile.... di fronte a lui solo alberi tagliati: e mo' che faccio?
Me magno na banana che magari col magnesio mi torna la memoria....

Probabilmente ciò è frutto di un eccesso di disordine che mi porta a smarrire le cose perché non le ritrovo dove le avrei dovute mettere.

Comunque nel doppio del tempo legittimo ho finito questa card, e mentre stavo incollando la strisciolina di passamaneria azzurra, avendo a disposizione solo il vinavil, mi sono tenuta le dita incollate qualche minuto sulla card: il breve tempo necessario perché quella simpatica zanzara che mi girava intorno da un po' planasse languida sul mio polso e con fare sciolto mi conficcasse il suo pungiglione per farsi un aperitivo.
Cin Cin fetida zazza.




domenica 20 settembre 2015

QUESTO NOSTRO GRASSO MATRIMONIO SCRAPPOSO

18 commenti:
Insomma che dire....
è andata.

La folle esperienza di prendersi carico di un matrimonio è stata compiuta realizzata... e soprattutto sudata.
Quando la sposina qua sopra è venuta da me... non so chi ha avuto più coraggio tra me o lei...
Però lanciarsi in nuove esperienze è un brivido a cui non so rinunciare. Magari non mi vedrete mai sul Blu Tornado a Gardaland ma cimentarmi in qualche progetto craft fuori dal comune...SI.
Questo progetto mi ha fatto compagnia per un bel po', con prove e riprove ed errori... quanti errori...
Da sconforto.
E per il budget?
Quanti conti abbiamo fatto Giulia? peggio di una finanziaria del governo. Ma si sa le donne sono brave a far di conto quando ci piace l'articolo...
Abbiamo scoperto che d'estate il cioccolato si scioglie e che le spezie costano una follia e talvolta fanno starnutire. Ne sa qualcosa il mio cane, caro crafty dog, che ad ogni cucchiaino di paprica o pepe partiva in clamorosi starnuti che lui neanche si sapeva capacitare.
Ma poi magicamente tutto si aggiusta.
Il fiocco ha lunghezza giusta ( dopo i presunti 100 metri di raso che poi tagliati erano solo 80, ed era il 14 agosto e il merciaio andava in ferie...) i segnaposto sembrano il numero giusto (salvo poi che se ne siano dissolti un paio).
Per i segnatavoli di questo matrimonio sono stati usati i vasetti dello yogurt Vipiteno: 17 vasetti di yogurt con un potere calorico pari a quello di una caldaia a cherosene.
Il dolce canottino che mi abbraccia i fianchi è sponsorizzato: come la scritta sulle maglie del ciclismo... "latterie Vipiteno"
Vi presento quindi : il cuscino delle fedi. E' realizzato tutto con la carta a parte i nastri. Pizzo di carta, fiori e cuori in carta.
Più sotto il resto.





Questo è il cartello che accoglieva gli ospiti all'entrata, dove c'erano le escord cards.
... e su questa parola ci sarebbe da aprire un capitolo....


Le roselline sono arricchie di perle.





Questo è il retro dei segnatavoli erano dei bastoncini in legno, sormontati da una fustellata col nome del tavolo. Tutto il matrimonio aveva come tema le spezie.

I segnatavoli contenevano le spezie e lasciavano il loro profumo che era una bellezza.
Il Vasetto era rifinito di pizzo di cotone, e una piccola tag con rosellina.


Il tavolo degli sposi aveva un vasetto più grande che conteneva il riso.



Vasetto con curcuma, un colore stupendo!


Segnaposti e escord card. Ogni escord aveva il nome del tavolo col nome dell'ospite, e a decorazione, una boccetta con la spezia di riferimento.



Eccoli qua tutti schierati!


Un grazie speciale a Giulia  e Stefano
Ciao!


mercoledì 16 settembre 2015

C'E' POSTA PER TE! .... UN PROGETTO CON L'ITTERO.

15 commenti:




Buon pomeriggio amiche scrappine, primo di giorno di scuola archiviato, lacrime spante, sensazione di caos diffuso.

Così mi sento.

Devo impostare la modalità MAMMA SERENA, sennò stasera sono già con la tazza di camomilla prima di andare a letto….

Allora, oggi post breve ma di sostanza.

L’ultima volta vi avevo promesso che per vedere le foto dei miei progetti avreste dovuto mettervi gli occhiali da sole.

Bene: a colpo d’occhio forse pensate di averli già addosso vero??? Magari quegli occhiali coi lentoni gialli, un po’ anni 70…

E invece no. Le foto sono venute dannatamente gialle. Non ho fatto il giro dei filtri di instagram… no no… è proprio il nostro astro solare che alle 19 aveva questa tonalità pazzesca.
Mi ci vorrebbe una di quelle lampade per l'ittero sotto cui mettono i neonati per renderli presentabili alla nascita se virano giallo canarino...

Ma vi giuro…. Che le carte hanno fondo bianco, che il verde è azzurro….

Ma che pirlata ho fatto…..

E dopo tutto questo lavoro…

Sono proprio cintura nera di INETTITUDINE.

Eppure quando la Martina mi ha chiamata per chiedermi di preparare un biglietto di anniversario … e io non mi so fare mai i fatti miei e le ho chiesto “cosa regali?” la risposta mi ha illuminata di immenso.

“cofanetto viaggio”

Ma quante mitiche cose ci si può inventare attorno ad una scatola?

1000 e 1…… così mi sono scatenata su una cassetta delle lettere stile inglese.

Era da tempo che avevo questo progettino salvato da Pinterest, e non vedevo l’ora di metterlo in pratica.

Ho usato un kit di carte di Teresa Collins e come base un semplice cartoncino bianco.

Le misure …ad occhio, i dettagli … a naso… insomma non sono molto d’aiuto per chi volesse replicarla, ma vi assicuro che non è così difficile. Ed grande tanto da metterci dentro il pacchetto, la card, una tag.
La parte più difficile è stata sicuramente incollare la parte posteriore...saldare una sagoma tonda è tanto complesso quanto fare la O di Giotto.
Poi per tutto il resto non c'è che da sbrigliare la fantasia.
Spero vi sia piaciuta... alla prossima, 


Teresa Collins - Family Stories Collection - 12 x 12 Paper and Accessories Pack at Scrapbook










lunedì 14 settembre 2015

DT CREAFAMILY: CARD DI NOZZE IN.... BICI!!

4 commenti:


BUONGIORNO A TUTTE!!
Oggi è un bel lunedì di autunno con le scuole aperte e la pioggia a catinelle.
C’è da star allegri no??
Questo post per Creafamily mi arriva a fagiolo per tirarmi da su dalla mia brutta avventura passata la settimana scorsa, e sempre più mi conforta il fatto che un sano hobby, un bel po’ di scrap, aggiustano cuori spezzati, animi tristi e occhi spenti…. Magari riparasse anche i finestrini dell’auto… ma non si può aver tutto.
Quindi mi rimbocco le maniche e riordino le idee.
E sono già pronta ad andar verso il futuro.
Ma ora dedicatemi un attimo: andate a vedere sul blog di Creafamily e seguite il tutorial per fare questo semplicissimo biglietto.
Buona giornata




Abbellimento in metallo